martedì 12 maggio 2009

Castelli di Rabbia

Fa caldo, molto caldo. Per fortuna, le gambe ricominciano a rispondere agli stimoli. Ieri ho fatto 7 chilometri a 5'05" di media, soffrendo un pó, ma le gambe non ne hanno risentito. La routine della corsa all'ora di pranzo si è stabilita di nuovo, e mi servirà per costruire una buona base di partenza per allenamenti mirati in vista delle corse tradizionali autunnali. Nel mezzo, la mezza di Roma. L'anno scorso, non ho preso parte all'edizione 0, molto sofferta per colpa del caldo, nonostante sia una notturna. Ero appena tornato da Bangkok dopo una missione di due mesi, e Bangkok is no land for runners...(35-40 gradi, umidità vicina al 100%). Alla mezza di Roma ci saranno diversi Blogtrotters, e chissá se Giancarlo organizzerà un'altra cena a porta Portese...
Oggi, ora di pranzo, nuovo giro, questa volta dentro la Garbatella. C'erano 27 gradi centigradi ed un'umidità del 34%. Come ieri, ho corso circa 7.5 chilometri corsi ad una media di 5'05". Le sensazioni di corsa piano piano migliorano: l'importante è perseverare.
La ripresa è dura, e lo sapevo, perché l'anno scorso è stato molto simile, solo un pó sfasato. Come anticipato, durante i due mesi che ho passato a Bangkok, ho corso circa 10 chilometri sul tapis roulant, prima di decidere che era meglio lasciar perdere. Di ritorno a Roma nel mese di luglio, ho subito ripreso la corsa, ed i ritmi erano simili a quelli di adesso. Ricordo che avevo grosse difficoltà ad aumentare il ritmo. Ero sempre lí, sopra i 5' al chilometro e mi ricordo come se fosse ieri quella sera che riuscii a correre per 8 chilometri con una media sotto i 5'. Poi, come d'incanto, durante le mie ferie a Nizza, da un giorno all'altro, ho cominciato a fare dei tempi di 4'15"-4'20"/km su distanze di 15-18 chilometri, lunga la Promenade des Anglais. Mi ero convinto che il mio Polar si fosse rotto, invece no, andavo semplicemente più forte.
Grazie all'esperienza dell'anno scorso, mi sento abbastanza sereno. So che non faró dei temponi nelle prossime settimane, ma so che quello che sto seminando adesso, lo raccoglieró in autunno. Nel mezzo, appunto, la mezza di Roma che correró per vivere quest'esperienza. Perché correre a Roma è sempre un'esperienza fantastica, correre di notte diventa un'esperienza semplicemente magica.
Domenica siamo stati con moglie e figlie a Villa Pamphili per un pic-nic. Mentre guidavo, Maya, la più grande, fa uno starnuto da paura, e un mocciolo super comincia a colarle dal naso.
- Aspetta amore, che ti do un fazzoletto...
- Fa niente, l'ho pulito con la lingua.
Un mito.
Uno più bravo di me ha detto che "i figli nascono con dentro quello che, nei padri, la vita ha lasciato a metá" (da cui il titolo del post).
Se è vero, Maya e Jun, son cazzi vostri...

9 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Non vai neanche a 5 al km e pensi alle cene !!!

Dai che in poco tempo ti riprendi... forse ;D

Karim ha detto...

No, alle cene ci pensi tu... forse!

Pimpe ha detto...

GRANDE KARIM !!
a me succede uguale..! ad un certo punto ,sbam si rompe la soglia e si scende di botto .. ;-)
dai che arriva ....! poi Mourinho ce l'ha dura ... ;-))

MFM ha detto...

Se vieni a Caracalla all'ora di pranzo corriamo assieme. Prometto di non schiodarmi mai dai 5' al km ;-)

Le figlie sono come i padri. Non dico cosa ha ripreso da me la mia per evitare che si appesti l'aria di questa stanza sia pur virtuale.

Karim ha detto...

pimpe: poi mi spieghi sta cosa della soglia! dato che tiri in ballo mou, ho goduto per come rosicava dopo l'eliminazione dalla coppa italia contro la mia samp...
marco: domani vado al biscotto, dovrei essere lì verso le 12 e 30, mi riconosci dalla maglia bianca della roma-ostia. ci sarai?

Mathias ha detto...

alla mezza ci sarò anche io :-) avrò il piacere di conoscerti.. :-) facciamo mega blog point.. per la cena..mhh con la gara alle 23 la vedo dura a meno che non la famo venerdì sera :-P

GIAN CARLO ha detto...

Niente cena...non fate gli eroi

the yogi ha detto...

una blogcena per la mezza? beh, io lo dò per scontato..... :)

the yogi ha detto...

la sera prima, intendo.....