mercoledì 27 maggio 2009

Vi racconto una storia

Oggi vorrei raccontare una storiella nuovissima, originale, mai raccontata da nessuno prima d'ora.
C'era una volta un'uccellino, che non sapeva ancora volare e, in inverno, in una notte fredda, cadde giù dal nido. Lui si ritrova per terra, al freddo e comincia a gridare "pio, pio, pio" e capisce che sta per morire di freddo.
Ad un certo punto, ecco che arriva una vacca, lo vede e pensa di scaldarlo, e così alza la coda... e... splash! Una margherita bella e fumante. L'uccellino bello al caldo è tutto contento.. tira fuori il capino e rincomincia "pipio! pipio! pipio!" ", molto più forte di prima.
Ecco allora che arriva un vecchio coyote lo sente e arriva di corsa.. allunga una zampa e lo tira fuori dalla cacca, lo pulisce ben benio e poi se lo ingoia in un solo boccone!

Ecco, la morale di questa storia, al giorno d'oggi non è tanto strana, per aver soldi, la fama e la gloria, bisogna essere un poco puttana.


No, quella è la morale di un'altra storia e darò il solito premio a chi indovinerà a quale storia si riferisce (Pasteo in pole position). La morale della storia dell'uccellino, invece, è che non tutti quelli che ti riempiono di cacca ti vogliono male, non tutti quelli che ti tirano fuori dalla merda, ti vogliono bene, ma soprattutto, se sei con la merda fino al collo, che cazzo canti a fare.

Perché racconto questa storia, non lo so... Ditmelo voi. A me sembra che qualcuno mi abbia tolto dalla margherita bella fumante...

12 commenti:

MFM ha detto...

Da vecchio amante dei film di Sergio Leone apprezzo molto questi rifermenti. Perchè lo citi non lo so e non riesco nemmeno a fare supposizioni (ho troppo pochi riferimenti), la sensazione però è che la margherita fumante ce l'abbiano tolta a tutti da sotto il naso già da un bel pezzo.
Tiriamo avanti con la pizza rossa fredda.

the yogi ha detto...

la storia è vecchia ma purtroppo ancora sin troppo attuale... ma sai cosa? continuo ad avere fiducia nell'uomo....

Fatdaddy ha detto...

Quindi forse dovrei smetterla di lamentarmi del caldo, vero? Magari sono avvolto dal tepore protettivo della cacca e non me ne accorgo...

Karim ha detto...

Marco: siamo lí lí per essere mangiati dal coyote.. quindi, meglio che cominciamo a correre. Domani al biscotto, confermi?
Yogi: beh, in fin dei conti, anch'io, se no, non avrei fatto due figlie, con opzione per un terzo. Il film è del 1973, la storiella ha quindi 36 anni ed è attualissima, praticamente scritta ieri!

Karim ha detto...

Fatdaddy: quando comincerai a sentire freddo sará troppo tardi!!

GIAN CARLO ha detto...

Yogi, di quale uomo hai fiducia ?

@Karim, datti pace fratello... ma se vai in Africa...dopo alla nostra cacca tu non pensi + ?

Karim ha detto...

Gian Carlo: sicuramente non dell'uomo che hai in mente tu!
Ma come potrei dimenticarmi della cacca che mi ha tenuto al calduccio per tutto questo tempo?

Tosto ha detto...

Delle possibili conclusioni questa mi sembra la + plausibile:

se sei con la merda fino al collo, che cazzo canti a fare.

Anonimo ha detto...

io non mi fido dell'uomo... e manco della donna... e men che meno dei gay. vedo comunque che la filosofia dell'"escrementismo storico-dialettico" ha un incredibile successo su questi blog.
luciano er califfo.

Karim ha detto...

Tosto: immagino che non hai cantato dopo la grandinata di ieri!!!
Luciano: quando si parla di mr. b è escrementismo storico-dialettico?? attento che ti mando un paio di somali incazzati...

Karim ha detto...

In any case, ancora nessuno mi ha detto a quale storia si riferisce la morale #1, per interderci "per aver soldi, la fama e la gloria, bisogna essere un poco puttana".

MFM ha detto...

La storia è troppo difficile da decifrare, ma io sono curioso quindi attendo lumi da parte tua. :-)

See you später