venerdì 27 aprile 2012

E aanche a Jakarta e' servito il Bunga Bunga

Ieri sera, serata socio/lavorativa. Si porta fuori il donatore, ti diverti e tra una birra e l'altra, parli di lavoro. Ma molto relax. Eravamo immersi in un'animata discussione, quando la manager del locale si avvicina per informarci che dopo poco avrebbe suonato una band di ragazze che si chiama Bunga Girls. Segue un dialogo quasi surreale. Io: Bunga? Lei: Bunga. Io: Bunga.... Bunga? Lei: Bunga. Io: Bunga! Lei: Bunga! A quel punto, il mio compare a chiuso il discorso con un bel "Bunga", e' partita la musica e sono rimasto con un dubbio atroce. Silvio ha lasciato il segno anche qui a Jakarta? Da un punto di vista sportivo, le ultime settimane sono state altalenanti. Sono riusciti a correre ed andare in bici con una certa regolarita'. Il nuoto un po' meno perche' il pomeriggio sono troppo pigro. Ma da un paio di settimane mi ci sono messo d'impegno e sono riusciti a nuotare 5 volte a settimana. La mattina corro o vado in bici e il pomeriggio nuoto. La comodita' di avere due piscine olimpioniche dentro al residence dove abito. Al mattino mi devo svegliare presto, verso le cinque, peer cominciare a macinare chilometri verso le 5 e 30. Alle 6 e 30 devo tornare per forza causa traffico. Le domeniche pero' chiudono un paio di grandi strade proprio vicino casa, e si puo' pedalare bene fino alle 7, poi l'affluenza di ciclisti e' tale che non si riesce piu' a pedalare bene, quindi ripongo la bici e corro. Sarei abbastanza pronto per l'olimpico di Bali a giugno, che cade purtroppo proprio durante la settimana del trasloco delle mie donne da Roma. Quindi lo salto. L'olimpico. Ma a novembre c'e' un olimpico a Phuket e a dicembre un mezzo ironman, sempre a Phuket. E quindi.... Scrivo poco, ma leggo tanto. RB, Master, Strong, Yogi, Old Boy, Drugo, Tosto, Alvin, Oliver... Anche se lontano siete nel mio cuore! Buone corse!