martedì 1 gennaio 2013

La prima corsa del 2013

14 chilometri a 5' per iniziare l'anno, alle 6 del mattino con una temperature percepita di 34 gradi. Credevo di essere andato più forte sinceramente e il risultato cronometrico mi lascia un pò con l'amaro in bocca. Nel conto devo anche considerare i primi chilometri fatti a ritmo lento, rimane il fatto che devo cambiare la batteria al mio polar e cominciare ad essere un pò più metodico. Fino ad ora ho corso col metodo katzen, bello per riprendere a correre, ma secondo gli ultimi studi scientifici pare che il metodo non dia grossi risultati nel miglioramento della prestazione.
La prima corsa del 2013 non passerà alla storia e non sarà ricordato, se non per il fatto che era da un bel pezzo che non andavo oltre l'ora di corsa, ed è già un bel risultato.
La notte di capodanno è passata senza grossi danni, ci sono stati fuochi per una mezz'oretta e poi il silenzio, pensavo peggio. Io mi sono addormentato verso le 23, ho sentito i botti e sono ricascato in un sonno profondo, lo so, non è stato un capodanno molto eccitante, ma capodanno come natale ed altre feste, incluso il mio compleanno, non è un motivo sufficiente per fare cose diverse dal solito.
Ho un ricordo molto forte del capodanno dell'anno scorso che sapevo essere l'ultimo passato a Roma. Sono uscito di casa qualche minuto prima della mezza, ho raggiunto il gianicolo a passo svelto, in tempo per vedere lo spettacolo dei fuochi d'artificio, brindare con qualche sconosciuto sfigato come me, e tornarmene a casa.
Domani bici, inshallah. Durante l'ultima uscita, mentre pedalavo a tutta, vengo sorpassato da uno con bici da crono in perfetta posizione aerodinamica. Ho cercato di riprenderlo, il tachimetro segnava 45 k/ora, ho tenuto per un paio di chilometri, ma la distanza tra me e il tizio non accennava a diminuire e mi sono arreso. Sicuramente quel tizio era un ciclista serio e più allenato di me, ma vorrei sapere quanto conta il mezzo per dei ciclisti/triatleti della domenica come lo sono io. Ora sto usando una bici d'alluminio da 12-13 chili, cambio shimano sora che un paio di volte al mese devo portare a fare il servizio. Tutti intorno a me usano bici in carbonio o altri materiali leggeri e sarei molto curioso di provarne una e vedere che effetto che fa e che effetto l'uso di una bici del genere ha sulla corsa. Ho adocchiato una bici da triathlon prodotta localmente in Indonesia, che spero di vedere nei prossimi giorni. Il modello base è in alluminio ma c'è anche un modello superiore con frame in carbonio. Cerco di capire quanto vale la pena investire in una bici buona e ancora non mi sono fatto un'idea.
Buone corse!

3 commenti:

Bruno ha detto...

Battezzerò il 2013 domani mattina, sul presto.
Sarà un anno di... "Metodo".

MauroB2R ha detto...

se ti consola poco fa ho corso, al buio, sotto acqua gelida, 10km che pensavo di aver chiuso abbondantemente sotto i 49' e invece quando stoppo il cronometro vedo 51'25"....va beh che doveva essere corsa lenta ma cosi....
cmq buon anno!!

Karim ha detto...

Bruno, non vedo l'ora di rieleggerti! Fammi sapere del battesimo!
Mauro, una sensazione che lascia l'amaro in bocca... Viene voglia di rifare il giro. Ciao!