giovedì 4 novembre 2010

Runners di tutto il mondo...



Basta mettersi un paio di scarpe da corsa e una maglietta tecnica per essere considerato runner? Ho sempre pensato che la corsa fosse uno sport democratico e che i runners sono tutti uguali. Poi, capito su una foto del genere, presa dal sito ufficiale del montecitorio running club, che mostra l'onorevole (blurp!) Santanché che fa finta di correre con due orecchini d'ora da mezzo chilo l'uno, rolex d'oro al polso e tre dita di cerone sul viso, e non ho più dubbi: non basta mettersi delle scarpe da corsa, maglietta tecnica e cosciale per essere un runner... Perché se cosí fosse, appenderei subito le scarpe al chiodo!
Elementare, giusto, ma ormai troppa gente usa lo sport in genere e la corsa in particolare, per vendersi meglio al pubblico o all'elettorato, come i politici di diversi paesi del mondo corrono per dare un'immagine di energia, giovinezza, forza (tranne dai noi, dove preferiscono il bunga bunga...). Ma non solo politici, se è vero che anche Lapo Elkann si è iscritto alla Maratona di New York. Lapo Elkann... ora, non lo conosco personalmente e non do giudizi che sicuramente il ragazzo non è come lo dipingono in tv o sui giornali (...), ma ve l'immaginate sto tizio mettere da parte alcol, mignotte, trans, coca, discoteche per macinare 70-90 chilometri a settimana per preparare la gara? Io no, ma il mondo è bello perché ti stupisce sempre.
Comunque, per tornare al discorso iniziale, non basta vestirsi da runner per essere un runner, non basta partecipare ad una grande gara e farsi fotografare per essere un runner, il runner è colui che corre la maggior parte del tempo lontano dai riflettori e lo fa per se stesso, non per la gloria o per riempire un vuoto esistenziale. E non contano i tempi al chilometro, quelli fatti e la media finale, quelli sono dati marginali, che mi fanno sentire parte della stessa famiglia di gebreselassie o di Baldini... beh, mi sto montando la testa!
Oggi avevo programmato un 10-12 chilometri a ritmo sostenuto, ma ho preferito far riposare la gambe. Da ieri sera, ho una leggera tosse che sento provenire dai bronchi e siamo a -24 giorni da Firenze. Memore di quanto successomi due anni fa, quando 6 giorni prima mi beccai una laringo-tracheite che mi costrinse a letto e ad assumere antibiotici e svariati altri medicinali, mi muoverò per tempo e consulterò un medico per bloccare qualsiasi eventuale infezione. Fino ad ora, ho percorso 541 chilometri in poco meno di due mesi (ad una media di 4'43" per la precisione), me ne mancano appena 250 per arrivare in fondo al programma d'allenamento ed uno stop prolungato proprio ora sarebbe devastante, soprattutto da un punto di vista psicologico. Ieri parlavo di un periodo di merda? Beh, cerchiamo di reagire in fretta!

Buone corse!

26 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Una volta su un vecchissimo numero di correre scrissero che è un runer solo chi corre una maratona sotto a 3h altrimenti sei uno che gioca.
Quindi lascia stare i santi, le sante... e corri.

Karim ha detto...

Cazzo... meglio buttarsi sul bunga bunga allora.

Anonimo ha detto...

e basta con gli scandali!
occupiamoci dei gravi problemi del paese:

http://www.affaritaliani.it/static/upl/rub/ruby18.jpg

er califfo.

web runner ha detto...

Allo stesso modo mica basta entrare in parlamento per essere un politico (considerato anche con che legge elettorale votiamo).

Comunque anche a Correre gliene davano di sniffate di benzina eh...

insane ha detto...

Parla 5 minuti con una persona che corre,ascolta quèllo che ti racconta,le priorità,guardalo negli occhi e capirai se è un runner.... e come ultima cosa butta un occhio agli accessori.. ;)

Karim ha detto...

Ciao Luciano, che dire, bel problema il tizio con la museruola. il che pone un altro problema: se la museruola la si mette sul muso, la cazzuola... ok, è vecchia.

Karim ha detto...

Ste, il parallelo con il parlamento/politico è calzante! E sono d'accordo con te sull'uso di stupefacenti in certe redazioni.

Karim ha detto...

Insane, quando parlo con una runner, do sempre un'occhiata ai suoi accessori...

Tosto ha detto...

L'ho sempre sospettato di non essere un runner :( adesso è certezza!
sobb

Karim ha detto...

Tosto, finalmente te ne sei accorto!

MauroB2R ha detto...

Guarda..son pienamente d'accordo con te anche se a prima vista "becchi" subito un runner da un runner della domenica: panatolncini da calcio, maglietta larga in cotone e scarpe da calcetto...ne parlava anche linus nel suo libro.
Non concordo con quanto riportato da Giancarlo sul numero di correre: per me uno può essere runner e far la maratona anche in 5 ore...
Essere runner vuol dire conoscere la fatica, i sacrifici i dolori e...amarli..credo..

theyogi ha detto...

come se bastasse apparire su rete4 per essere un giornalista....

nino ha detto...

non vale la pena prendersela. l'importante e farsi notare.

Karim ha detto...

Ciao Mauro, infatti siamo tutti concordi nel dire che gli amici di correre erano drogati quando hanno scritto quella cosa. E sono d'accordo con te, anche se mi viene difficile parlare di sacrifici: se faccio qualcosa per la corsa, lo faccio perché mi piace, non lo sento come un sacrificio, ma come un piacere.

Karim ha detto...

Marco... ecco, giornalista/rete4 è perfetto!

Karim ha detto...

Nino, mai prendersela, ognuno è libero di vivere e correre come gli pare. Ma secondo te, se corri una maratona con due orecchini d'oro da un chilo l'uno, il lobo dell'orecchio dove te lo ritrovi alla fine?

Oliver ha detto...

Non ricordavo la definizione di runner di Correre, bella idiozia. Un runner è un runner, da 2h04' a 5h30' (poi mi sa che si passa a walker però...). La passione è la stessa, cambiano i risultati ma non la sodisfazione con se stessi. Gli altri, quelli del parlamento e tutta la marmaglia che ruota intorno al "mettiamoci in mostra" sono solo fuffa, perchè dargli peso?

Karim ha detto...

Oliver, se gli dai peso, appendi le scarpe al chiodo. Io voglio continuare a correre!

Master Runners ha detto...

Non sarò mai un vero runner.
.....e allora dico, sti cazzi! ;)

doublea ha detto...

La parola ad UNA runner... (spero di non essere invadente) Vedere quella foto mi ha fatto pensare a quanto lontana io sia da lei e quanto poco mi rappresenti. Tutto è importante, accessori, abbigliamento, scarpe... ma diventa inutile quando mancano il cuore, la passione, le gambe che si muovono in sinergia. Quando la fatica ti regala emozione.

Buone corse!

Karim ha detto...

Master, e ora ti tocca pure cambiare nome!

Karim ha detto...

Ciao Agnese, finalmente la voce di una donna! Hai detto parole di saggezza. Anch'io non corro con gli orecchini!

GIAN CARLO ha detto...

Oggi al biscotto 18km corsi a 4.36 in compagnia dell'old boy... mentre tu al solito hai dato forfait

Karim ha detto...

Perché, ero stato invitato? Ma siete pazzi a fare18 k al biscotto. Io il lungo domani mattina, 34 K.

TylerDurden ha detto...

azzeccatissimo il paragone giornalista-rete4...

Luca "Ginko" ha detto...

Bello questo post e altrettanto i commenti, tutte grandi verità.
Della serie l'abito non fa il monaco!!