mercoledì 7 settembre 2011

True runners

C’è poco da fare, i runner "veri" si riconoscono tra loro senza bisogno di parlare. Quando corro al mattino presto e incontro un altro runner, mi viene naturale fare un sorriso, un cenno con la testa, un saluto con la mano, un “ciao” al volo. La maggior parte delle volte non ricevo risposte. Lo capisco quando magari il runner che incontro è sotto uno sforzo tremendo e si sta guardando i piedi senza accorgersi di ciò che gli succede intorno. Lo capisco meno quando il runner in questione mi sta guardando ma al mio saluto rimane totalmente indifferente. Ultimamente ho lasciato perdere i saluti, l’indifferenza ha vinto, mi va bene lo stesso, corro uguale. Ieri, mentre stavo sul corso, erano già le otto passate, il traffico era quello solito, diversa gente in giro. Vedo un runner, ci guardiamo e il saluto viene spontaneo e contemporaneo. Un gesto semplice tra due runner "veri". Non importa se stai andando a 5' o a 3', basta uno sguardo e sai chi stai incrociando, se è un runner "vero" o no.
I numeri nudi e crudi dicono che ieri ho fatto 14 chilometri e rotti a 4’33”, oggi ho replicato con 19 chilometri e rotti a 4’36” cercando di correre rilassato, in entrambi i casi con lo zaino sulle spalle. Domani riposo, venerdì prevedo una corsetta di 15 chilometri a 5’ e domenica farò il mio PB sulla mezza in una gara ufficiale. Da maggio i chilometri sono stati 940, più di quelli che feci per preparare la maratona di Firenze del 2010. Adesso posso dire di avere una buona base per cominciare con qualche lavoro specifico. L’anno scorso, lo scatto c’è stato dopo Firenze. Appena fatta la maratona, c’è stato un click e ho cominciato a correre forte, molto forte per i miei standard, riuscendo a correre la best woman in 40’ due appena settimane dopo Firenze e continuando a migliorarmi fino all’infortunio. L’obiettivo più vicino adesso è la 30 Km del mare il 9 ottobre, da correre sotto le 2 ore e 15’. Penso di fare un paio di lunghi (28/30 chilometri) le due domeniche dopo vico per arrivare con la distanza già percorsa all’appuntamento.
Infine, ho acquistato la bici dopo varie consultazione con Master. Fra qualche giorno mi arriva e si comincerà a pedalare!
Buone corse.

19 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Che bici hai comprato ?? mandami per posta modello,prezzo e caratteristiche !

Vincenzo DI GENNARO ha detto...

In bocca al lupo per il tuo obiettivo.

Pimpe ha detto...

da me di solito quelli che non ti salutano non sono runners... corrono saltuariamente.... e male.. ;-)

Karim ha detto...

Gianco, fatto

Crepi il lupo, Vince, spero solo che il tendine continui a reggere!

Karim ha detto...

Pimpe, e aggiungo che sono pure brutti!

Ibiza130 ha detto...

Che strazio il runner che non saluta e il ciclista che ti guarda solo la bici senza salutare...

Auguri per le tue nuove imprese sportive!

MauroB2R ha detto...

capita anche a me di trovare dei maleducati che fanno finta di nulla...personalmente saluto sempre e comunque..se poi non ricevo "il ciao" di risposta poco male..parte un vaffa sussurrato.
ah..e quoto pimpe.

stoppre ha detto...

effettivamnete leggendoti, è lampante il tuo cambio di ritmo nell'ultimo anno. I k sono importanti, sempre che il telaio tenga, tu però sei magrissimo quindi dovresti reggere bene

Bruno (il mio blog ha traslocato) ha detto...

GO GO GO!

A Corigliano ricambia il saluto solo un runner. Di tutti gli altri, nessuno.
E' pur vero che tutti gli altri corrono solo da luglio ad agosto e non si vedono da settembre a giugno... Casualità? :-)

Master Runners ha detto...

Con questa preparazione oltre alla mezza che hai in mente?
Io sto facendo un pensiero per Firenze, in effetti è qualche giorno che ci penso troppo...

theyogi ha detto...

stavo per arrendermi anch'io poi ho trovato un compromesso: alzo il braccino.....

Oliver ha detto...

Io saluto sempre e in genere rispondono, qualcuno non lo fa ma non sono certo io ad abbassarmi al suo livello, e a smettere di salutare. Semplicemente, se non saluta, appena passa lo mando gentilmente a cagare... un lord... :D

bressdicorsa ha detto...

uomo se io t'incontro ti pago pure una birra..media,dalle nostre parti quasi tutti i runner vengono salutati dal sottoscritto,a volte vengo corrisposto ,a volte no!ma continuo imperterrito

stoppre ha detto...

bress: però se capiti a torino o zone limitrofe, io ti pago il litro e ti offro pure il nebbiolo, mica il merlot.. :-))

Karim ha detto...

Un vero strazio Paolo, ma l'esperienza con la bici la devo ancora provare.

Karim ha detto...

Mauro, e se poi il giorno dopo incontyro di nuovo il maleducato che non ti ha risposto, che fai? lo mandi a fanculo direttamente o lo ignori?

Steve, il telaio comincia a mostrare segni di cedimento, il tendine ancora rompe un po', anche per questo vedo positivamente la multidisciplina.

Karim ha detto...

Bruno, quando corro in Calabria di solito ci si saluta affettuosamente tra runner. A dire il vero a Morano ce ne sono ben pochi, anche se ultimamente il fenomeno sta crescendo.
Mester, Firenze è lì, ci penso, ci ripenso, chissà se mi scappa la mano e mi iscrivo... Deciderò podo la 30 del Mare. La farai?

Karim ha detto...

Yo, anch'io ho provato col braccino a mezz'aria, ma non c'è nulla da fare, tra runner basta uno sguardo di complicità, e il messaggio passa.
Bress, uomo, sto ancora aspettando il resoconto completo della tua mezza e ti aspetto davanti alle mura aureliane per un buon rosso dei castelli!

Karim ha detto...

Oliver, sei un vero Lord, come Mauro d'altronde!