venerdì 3 dicembre 2010

Se la gambe vanno, lasciale andare!

Firenze ormai è un lontano ricordo. Ci giro ancora intorno, perché nella mia immensa vanità, guardo quasi quotidianamente il sito di fotostudio 5 per vedere se ci sono delle mie foto. Fino a ieri nulla, poi ieri le prime tre e oggi ce ne sono già 6. Le foto non sono un granché, tutte riprese verso la fine della gara, quando la sofferenza si vedeva in viso e l'incedere era molto incerto. Sempre per vanità e per orgoglio, appena qualcuno mi chiede della gara, faccio partire il video che si vede su TDS. La mia mente è ancora lí e fatica a staccarsi. Le emozioni vissute prima, durante e dopo la gara sono state evidentemente molto forti se a distanza di 6 giorni ancora le rivivo dentro di me.
Il fisico invece, dopo un paio di giorni di sofferenza, soprattutto nello scendere le scale, si è ripreso abbastanza bene. Ieri volevo uscire a correre, ma la pioggia e la piccola Jun svegliatasi alle 3 del mattino mi hanno fatto desistere. Questa mattina, non pioveva e nonostante alle tre mi sono destato con il piede della piccola Jun in faccia perché, poverina, ha la tosse e da sola non riusciva a prendere sonno e per questo si era infilata nel lettone di mamma e papà, obbligandomi quindi a dormire sul divano, sono uscito. Di azzurro vestito, con il cosciale e la giacca della Firenze Marathon, sono partito per un giro che doveva essere tranquillo. Ma la gambe avevano voglia di girare, e le ho lasciate andare. E loro sono andate. 13 chilometri a 4'15" di media. Fino all'11esimo stavo sotto le 4'10", poi ho rallentato su viale trastevere causa traffico, e poi ho fatto la salita di via Dandolo a passo tranquillo. E' stata una corsa liberatoria e che bello correre con questo tipo di sensazione. Oggi avrei abbattuto il mio PB sulla 10K e per renderlo ufficiale mi iscriverò alla Best Woman.
La corsa di questa mattina mi ha fatto capire una cosa: correre per correre è bello, ed è quello che ho fatto fino a ieri. Ma correre cercando di correre sempre un filino più veloce, è pure meglio. E con questa nuova consapevolezza cercherò di dare ragione a ciò che RB va dicendo in giro, e cioè che volendo potrei correre forte. Ora voglio provarci, quindi saranno dei progressivi, dei medi, delle ripetute corte, medie, lunghe e in salita, sarà interval training e tutto ciò che serve per raggiungere gli obiettivi, che saranno svelati nelle prossime puntate.
Buone corse!

11 commenti:

web runner ha detto...

Ho fatto 8 chilometri e mezzo ieri, media 5 al chilometro. Di più non c'era verso. A questo giro l'ho presa piccina la botta! ora vado a cercare foto.
Comunque sì puoi correre forte.

Karim ha detto...

Stefano, sei ancora un pò dolorante o hai assorbito bene? Io da ieri mi sento come se non avessi fatto un cazzo domenica scorsa...

GIAN CARLO ha detto...

RB è un cantastorie e dice un mucchio di caxxate.

Anonimo ha detto...

no, rb dice il vero. solo che c'è gente che non riesce a far coincidere il giorno del correre forte col giorno della gara.
come stare arrapato per mesi e poi quando finalmente trovi na donna fai cilecca.
ihihih!
luciano er califfo.

Karim ha detto...

Sono molto bravo con i preliminari!

theyogi ha detto...

e quindi...? :) hai sciolto la prognosi o ce stai ancora a pensà?

insane ha detto...

Nelle tue prime righe mi rivedo,figuriamoci quando infileremo la gara dei nostri sogni se siamo così dopo questa.. ;)
Secondo me la tua testa ha iniziato ad indietreggiare già nei giorni prima di Firenze e la maratona è stata la sua conseguenza,altrimenti non c'è motivo.. oh io non ci capisco 'na mazza ma quèlla è la sensazione che mi hai dato,ti aspetto a Pisa.. ;)

Karim ha detto...

Io c'ho già pensato Yò, io sarei già lì... Sciolgo la prognosi entro domenica sera!

Insane, forse ai ragione tu, ero partito perdente, ma sono contento di come è andata, della reazione che ho avuto, del fatto che non mi sono mai fermato e, come ho già detto, della voglia di correre che questa maratona mi ha lasciato.
Se non ci si vede a Pisa, ci si vede a Roma!

web runner ha detto...

Io sono ancora un po' dolorante.
Domani riprovo, magari anche ad andare uno' più forte.

MaxRunner ha detto...

La mente è ancora sulle strade bagnate di Firenze e stamattina le gambe, ancora un pò legnose hanno retto bene 11 km di collinare per i sentieri di villa Panfhili e San Pietro, ma la mente era sempre là.
Le foto sono un pianto e i filmati non sono da meno.Riammiro la medaglia e torno al momento dell'arrivo ...che bello.

MFM - bummi ha detto...

Smaltita la fatica post-maratona, la forma che hai acquisito è unica. Hai fatto benissimo a iscriverti alla BW!
Il personale lo frantumerai. ;-)