martedì 30 agosto 2011

Triathlon in my mind

Ore 6 e 40 del mattino, sono fuori dal cancello di casa, scarpe di corsa ai piedi, zaino con i vestiti dell'ufficio in spalla, parto verso Villa Pamphili. Parto tranquillo, oggi voglio fare una corsa lenta, giusto per fare girare un po' le gambe e cominciare la giornata alla grande. Faccio il giro lungo della villa, sbuco da dove sono entrato e arrivo in ufficio. In totale, 16.7 chilometri alla media di 4'29", li mortacci, alla faccia della corsetta lenta.
Nelle ultime settimane, il triathlon mi è entrato in testa, un'idea fissa. Mi sto informando, leggo resoconti di gare, guardo filmati sul web e non vedo l'ora di fare il primo sprint. Ho già trovato una piscina vicino casa e dalla settimana prossima comincero' a prendere delle lezioni di nuoto. Quest' estate ho riscoperto il piacere di nuotare, il piacere di sentire il corpo scivolare leggero sull'acqua, ed è lì che è germogliata l'idea della multidisciplina. Purtroppo in quella piscina il club di triathlon è solo per i ragazzi. Ho cercato sul web, ma di società di triathlon a Roma, stranamente, ne ho trovate ben poche. C'è la Minerva, ma dal sito non si riesce a capire dove si trovano. Ieri, cercando sul web, sembrava che fossero a Via dei Quattro Venti, praticamente a 100 metri da casa mia. Mi ci sono fiondato dopo lavoro per trovare un condominio senza alcuna indicazione. Cazzo.
L'altra possibilità sarebbe quella dei Leprotti di Villa Ada, un po' lontano da dove mi trovo, ma nemmeno tanto. Il sito è bene organizzato e credo che li contattero' a breve.
Rimane il punto dolente della bici. Ci capisco poco e non so bene come muovermi. Si trovano in rete, ma anche a decathlon, bici nuove a poco prezzo, ma andranno bene, fosse solo per cominciare, oppure conviene andare su un usato di una marca buona? E vai che cerco su forum vari, porta portese, ebay, subito.it, qualcuna l'ho adocchiata, ma vado alla cieca. Nel weekend andro' a farmi un giro in qualche negozio di bici vicino casa per cominciare, letteralmente, a toccare con mano questi oggetti per me misteriosi. Ma come fanno delle bici a costare così tanto?
Intanto, con la corsa di oggi ho toccato quota 861.2 chilometri da maggio e solo ad agosto ne ho fatti 265.3.
Buone corse.

7 commenti:

FabioG ha detto...

Provalo e troverai banali tutte le corse e basta.
www.torrinotriathlon.it
Ti aspetto...

MauroB2R ha detto...

eh...a tanti stanno venenendo strane (triplici) idee..me compreso. Ma per il momento, visto anche che andiamo incontro alla brutta stagione, rimarrò fedele alla corsa :-)

Bici dipende....dalle possibilità economiche in primis. usate con 1.000 euro dovresti prendere un bel mezzo.

bressdicorsa ha detto...

azz adesso la malattia del triahleta sta prendendo anche te? heheheh

Bruno (il mio blog ha traslocato) ha detto...

Quindi abbandoni la carriera di "Mister Muscolo"? :-D

Karim ha detto...

Fabio, grazie per la segnalazione. Contaci
Mauro, hai detto niente! Sinceramente speravo di spendere qualcosina in meno per una entry level. In ogni caso, entro metà settembre voglio cominciare a pedalare.

Karim ha detto...

Bress, ho abboccato all'amo...

Bruno, a dire il vero, dopo il primo mese di pesi, un po' mi sono stufato, e continuo ancora una o due volte a settimana a fare flessioni e addominali e allenamenti alla sbarra. Devo dire pero' che i pesi e la ginnastica mi hanno rafforzato molto la parte superiore, a tutto beneficio della corsa.

Ibiza130 ha detto...

Provalo e diventerà una droga anche peggio della corsa! ^_^

Per iniziare va benissimo anche una bici del Deca, poi se ti piace fai sempre in tempo a comprarne una seria! (Quelle serie costano... tanto... )

Scegli un sprint vicino a casa e buttati. Vicino a Roma c'è il mitico Stefano che gareggia

http://www.stefanolacara.com/