martedì 9 agosto 2011

La forma in arrivo

Ieri sera, flessioni, addominali, pettorali, bicipiti, tricipiti e tutto il resto, per circa un'ora prima di cena. Maya, la bimba number one, cercava anche lei di fare gli esercizi come il papà. Questa mattina mi sono svegliato alle 6. Dopo un buon caffè, ho indossato lo zaino con i vestiti da lavoro, e sono partito. Come al solito, da Monteverde sono sceso già a San Pietro, poi Viale Angelico fino al tevere, Ponte Milvio, quindi Lungotevere fino a Ponte Testaccio per arrivare in ufficio che si trova al Circo Massimo. In totale 17 chilometri e mezzo corsi ad una media di 4'34", senza sforzo apparente. Doccia, vestizione e alle 8 e 30 puntuale come un orologio svizzero, ero seduto al mio computer con un sorriso ancora più da ebete. La corsa è andata liscia come domenica scorsa e le sensazioni sono state ottime fino all'ultimo. La settimana scorsa è stata la settimana durante la quale ho sperimentato un certo upgrade del mie performance. In questo periodo corro a sensazione, senza stare a guardare il cronometro per verifico il ritmo durante la corsa. Cerco di correre in maniera rilassata senza sfrozarmi troppo, e questo per recuperare un po' di fondo prima di lavorare sulla velocità. Fino a due settimane fa stavo su ritmi di 4'40" alti per distanza minori. La settimana scorsa ho piazzato un paio di sub 4'40" su distanze decisamente maggiori e questa settimana sembra di essere ancora sulla stessa via. Staremo a vedere come andranno le prossime tre uscite e poi dalla settimana prossima dovrò inventarmi il tempo per una quinta uscita settimanale per inserire lavori di qualità.
Domenica scorsa, con la famiglia, siamo andati al laghetto dell'EUR. Appena usciti dalla macchina, le bambine si sono fiondate tra i vialetti del parco, correndo come delle pazze. Tutto intorno bambini che correvano. C'erano anche dei cani che appena liberi dal guinzaglio, si mettevano a correre per i prati. In quel momento ho capito perché anche noi adulti corriamo: perché è l'unica cosa che ci permette di comportarci come bambini e cani sulla pubblica piazza senza che ci arrestino per atti osceni in luogo pubblico.

4 commenti:

Giuseppe ha detto...

Stai facendo un buon lavoro.
La forma non tarderà.

Bruno ha detto...

Ehm... perchè, cosa vorresti fare per rischiare l'arresto? o.O

theyogi ha detto...

soprattutto per pisciazzare in giro, marcando il territorio...

Oliver ha detto...

Vero Yogi, con la corsa sembra che sei autorizzato a pisciare ovunque! Ottimo karim, se stai salendo ora, appena rinfresca un po' te la godi