mercoledì 9 settembre 2009

A che ora è la fine del mondo?

Michael Jackson è morto, Mike Bongiorno è morto, e anche io non mi sento tanto bene… Sarà vero che ci stiamo avvicinando alla fine del mondo del 2012, come previsto dal calendario Maya? E’ vero che saremo spazzati via dal virus dei maiali e dei polli?
In ogni caso, aspettando la fine del mondo, oggi mi sono regalato un bel allenamento. Dopo vari tentennamenti del tipo esco o non esco, decido di uscire. Riscaldamento di circa 4 chilometri lungo le mura ardeatine a 5’/km e mi ritrovo a viale giotto per una serie di ripetute in salita di 200 m. Me ne sparo 9 tra 44” e 40” tutte in progressione e con buone sensazioni. Ieri, 11 chilometri a 5’06”/km al biscotto, con un paio di chilometri corsi con il ritrovato Marco MFM mentre lunedì mi sono fatto una decina di chilometri lungotevere e in centro corsi intorno a 5’10”/km.
Non dico niente, mi gratto con discrezione, ma questa settimana, almeno da un punto di vista chilometrico, è iniziata alla grande. Spero di riuscire a fare altri 20 chilometri tra giovedì e venerdì e superare, dopo quattro mesi (quattro mesi!), la soglia dei 50 chilometri settimanali.
Tornando in ufficio tutto sudato dopo l’allenamento, incontro un collega leggermente sovrappeso che si mangia un dolce. Mi saluta e come a volersi scusare mi dice che lui non può correre perché è grasso. Al che gli rispondo che io invece non sono grasso perché corro. E’ rimasto interdetto per un attimo, poi ha ripreso a masticare.
Allora, l’ho stuzzicato dicendogli che attraverso la corsa, avevo anche trovato il modo per averlo lungo 40 cm. “E come fai?” mi ha chiesto, e gli ho risposto “lo piego in due!”.
A parte gli scherzi, la corsa ha un effetto benefico sia sul fisico che sulla mente. In questi ultimi mesi non sono riuscito a correre come avrei voluto e ciò ha influito sul mio umore generale. Mi sento stanco e con poche energie e del leggendario early morning runner non è rimasto più nulla. Ma non dispero. Fra poco tornerò a macinare chilometri come una volta e berlusconi andrà a raggiungere il rimpianto mike... Sto scherzando Cavaliere, lunga vita a te!

15 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Bon, da quando corro ho perso una dozzina abbondante di chili; se mi dici che mi si allungherà pure, dai nuove motivazioni alla mia corsa.
Grazie Karim! ;)

Sarah Burgarella ha detto...

Grande l'ultimo paragrafo, vai così!

Mathias ha detto...

sto piangendo..do ragione a Sarah, sei un comico.. lunga vita a Berlusconi..

GIAN CARLO ha detto...

Sei di buon umore uomo dal lungo... di 20km !

Tosto ha detto...

vedo che lottimismo alla fine vince sempre soprattutto quando pensi che berlusconi raggiungera mike. ma non lo sai che berlusconi è un essere ultraterreno?

Karim ha detto...

Fat: anch'io, da 85 chili sono passato a meno di 70 grazie alla corsa... Poi, per quanto riguarda le altre motivazioni... comincia a prendere le misure!

Karim ha detto...

Sarah e Math: sono serissimo!
Gian: ... te l'immagini?

Karim ha detto...

Tosto: leggevo oggi che Mike e Berluscon avevano lo stesso medico. Secondo quest'ultimo, Berlusca l'età di berlusca è di 12 anni inferiore a quella anagrafica, mentre quella di Mie era 17 anni meno dell'anagrafica. If much gives me much (se tanto mi da tantO9, dovremmo esserci!

Alvin ha detto...

lunga vita a karim....tante piccole pillole di filosofia... continua così,sia a scrivere che a correre

the yogi ha detto...

sia come sia, il tuo trasferimento in africa ha un che di... tempestivo! ;D e salutami il simpatico pennellone!
ps. ma sta pizza?

Karim ha detto...

Grazie Alvin!
Yogi: che ne penseresti di una grigliata sul lago di Vico? Comunque, posterò qualcosa in merito presto, magari anche sul sito dei blogtrotters.

the yogi ha detto...

ma dai, ci sarai anche tu? vico! ehm... fico! :)

the yogi ha detto...

ah, l'ho capita dopo....

Tosto ha detto...

sei un gran ottimista, ma come diceva quel tale : "l'ottimismo è il sale della vita"

Alessandro Grippo ha detto...

Bene, ora che sei ripartito non mollare (anche perchè senno i benefici alla terza gamba vengono meno).