martedì 16 dicembre 2008

Post al volo numero 2

All'ora di pranzo avevo in programma di farmi tre ripetute da tre chilometri a 4'15, con recupero attivo a ritmo di fondo lento. Aveva smesso di piovere e le condizioni mi sembravano perfette. La scelta del percorso era caduta sul giro intorno alle mura Aureliane, quello che fa Via delle Mura ardeatine e poi Via Guido Baccelli. Non è un giro lunghissimo, ma più lungo del biscotto e con qualche salitella e quindi meno giri e meno giramenti di scatole. Mi alzo dalla poltrona in pelle umana del mio ufficio quando squilla il telefono: mia moglie. Sono tentato di non rispondere e fare finta che non ci sono, ma rispondo lo stesso. Quando mi domanda ove ho messo i moduli del CID, capisco che l'allenamento per oggi è saltato. Nulla di grave, un piccolo tamponamento subíto proprio di fronte alla FAO, ma mi tocca scendere dall'assicurazione, prendere i moduli, riempirli, riportarli all'assicurazione, intanto passa l'ora che avrei voluto dedicare alla corsa, salta pure il pranzo e mi ritrovo davanti al computer a lavorare. La cosa mi mette un pò d'umore nero, che va ad aggiungersi al blue di ieri, in pratica mi girano alla grande. Allora, rispolvero un classico, qualcosa che volevo godermi da questa mattina dopo aver vista la mitica blues mobile sul blog di Gian Carlo.

Ora sto molto meglio.

2 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Circa un mese fa, poco dopo che mi avevano rubato lo scooter mi hanno strusciato anche l'automobile parcheggiata bene ovviamente non lasciando nessun biglietto.
Il carrozziere di via Guerrazzi mi ha chiesto 650 euro per sistemarla... è rimasta così.
Mitico il trailer... l'ho visto 2 volte e ho alzato bene il volume per carpire la voice di Belushi

Ezio ha detto...

Ciao Karim ...che film uno dei stracult che amo rivedere in un sabato pomeriggio noioso d'inverno. Un saluto!