lunedì 13 maggio 2013

Lo smaltimento regolamentare del torta

"Caro Karim,
Con la presente mail, ti informo che abbiamo ricevuto una torta da un fornitore, come ringraziamento per averlo scelto per il contratto. Gradirei sapere come comportarmi per essere in linea con le procedure dell'organizzazione riguardo ai rapporti da tenere con i fornitori.
Grazie.

Cara Nina,
Grazie per avermi informato. Come sai, non si possono accettare doni da fornitori in linea con la "zero tolerance policy". Ti pregherei quindi di farmi recapitare la torta in ufficio al piu' presto. Pensero' io allo smaltimento come da regolamento interno.
Distinti saluti,
Karim"

L'ironia era molto ben celata, ed infatti non e' stata carpita ed ho ricevuto una bella torta alla frutta venerdi mattina che ho "smaltito" insieme al mio staff dell'ufficio. Non ne e' rimasta nemmeno una briciola. La torta era stata ricevuta dall'altro ufficio che abbiamo al ministero dell'agricoltura. La voce ovviamente e' girata e quando mi sono presentato oggi al ministero, tutti a ridere dicendo che li ho fregati. Io?
Qui continua a piovere, il cielo e' sempre coperto, l'umidita' e' pazzesca e fa caldo. Ho sempre cercato di usare l'aria condizionata al minimo in casa, perche' mi provoca mal di testa e raffreddore. Nell'ultima settimana non abbiamo potuto farne a meno di notte, un caldo asfissiante, un'atmosfera opprimente. Ovviamente, il condizionatore della nostra camera si e' rotto, e' venuto il tizio a ripararlo, era solo un filo bruciato. Perfetto. Accendendolo di notte non funzionava ancora. E' venuto un altro tizio, e questa volta si era rotta la pompa e non poteva ripararla. Oggi arriva un terzo. Forse, per il mese prossimo...
Per il resto, nessun lamento. In bici vado abbastanza forte, per i miei standard, obviously. Domenica mattina, vado in un posto dove si incontra gente che vuole allenarsi in bici. E' un giro di un paio di chilometri dove si spinge in gruppo, qualcuno prova la fuga, e ci si diverte. Un paio di domeniche fa mi sono aggregato ad un gruppo che girava a 35/36 k l'ora. Mi sono messo in testa spingendo fino a 38-40 k/ora e cosi ho fatto per una ventina di chilometri senza che nessuno venisse a darmi un cambio, li mortacci loro. Le gambe comunque spingevano che era una meraviglia. L'allenamento intero e' stato di circa 50 chilometri a 34 k/ora di media. Tornato a casa, ho fatto 8 chilometri di corsa a 4'35", il primo combinato da un paio di mesi.
Ieri, causa pioggia, la sessione di bici si e' limitata ad una cinquantina di chilometri al centro di Jakarta, senza possibilita' di spingere troppo causa traffico e strade bagnate. Oggi, 12 chilometri a 4'35". I tempi in corsa si stanno finalmente abbassando ad un livello accettabile. C'ho messo tanto, ma credo che sono sulla buona strada. Comunque, ci si allena con regolarita' e li effetti si vedono.
Ok, post scritto un po' a casaccio e a cazzo, ma il tempo manca e chiedo perdono se non rispondo ai commenti, non e' per maleducazione, e' che proprio non ci riesco. Ma vi voglio bene!



3 commenti:

Drugo ha detto...

Anche io ti voglio bene. Se non altro perchè posso raccontare cose a caso in giro su Jakarta come se ci fossi stato per davvero.
Nuovo appunto, fa caldo e hanno i tecnici dei condizionatori come i nostri.

Tosto ha detto...

adesso che ho cominciato con le salite in bici mi accorgo di essere diventato molto più forte nella corsa, spingo con una energia mai avvisata prima! penso che in futuro abbinerò allenamenti di forza per ottimizzare la corsa. che ne dici?

@bviteritti ha detto...

Ti lovviamo anche noi lol