lunedì 27 giugno 2011

Viva l'Italia?

Ne succedono di cose nella nostra povera Italia, e noi qui a guardarci le scarpe e a far finta di niente. Oggi mi sarebbe piaciuto essere insieme ai no-TAV, ma la famiglia, la responsabilità, e mille altre scuse fanno si che adesso mi trovi davanti allo schermo del mio computer in ufficio, con un po’ i magone che fra poco passerà.
C’è stato un soprassalto d’orgoglio nel nostro paese, un “vento nuovo”, fresco, ma era solo una brezza che ora è calata, ed è tornata la puzza di sempre. La speranza che le cose potessero finalmente cambiare ha fatto posto alla realtà che questa politica con questi politici non cambierà mai nulla per non perdere i propri esagerati privilegi.
Me ne sto sulla terrazza della FAO, una delle viste più belle di Roma, e come ogni giorno vedo due moto di carabinieri con le sirene bloccare il traffico per far passare un auto blu. Questa scena si ripete ad ogni ora del giorno, in ogni quartiere. Fosse per impegni istituzionali, potrei anche farmi da parte per fare un piacere ad un eletto del popolo, ma non è così, o almeno, spesso non è così. Una volta vidi questa scena, sempre così uguale, le due moto che s’involavano verso l’Appia antica, seguita da una macchina col lampeggiante. Dopo pochi minuti ero per strada per il mio allenamento, il caso ha voluto che andassi proprio sull’Appia, dove ho visto i due carabinieri davanti ad un’osteria a fumarsi una sigaretta, e la macchina che scortavano parcheggiata li davanti. Perché io, cittadino ed elettore, devo farmi da parte per permettere a te di andare al ristorante? Siamo dei sudditi, non meritiamo rispetto e non abbiamo nemmeno la forza di pretenderlo questo rispetto.
Fanculo…
Scrivo poco sul blog, un po’ perché ho poco da dire, un po’ perché mi manca il tempo, un po’ perché… non lo so perché. La mia corsa procede come da programmi. Avrei voluto aumentare leggermente il chilometraggio settimanale, ma non ci sono riuscito. Viaggio sempre intorno ai 45/50 chilometri, abbastanza per tornare piano piano in forma, ma non abbastanza per cominciare a fare sul serio. Sto correndo con lo zaino da 4/5 chili sulle spalle, con un ritmo abbastanza agevole di 4’40”/k. Continuo, seppur meno intensamente, anche l’allenamento con i pesi e i risultati in termini di maggiore forza e stabilità di corsa si fanno sentire. Purtroppo, ormai, dopo gli ultimi sviluppi lavorativi, non seguo il comandamento 30 di Stefano (corsi e ricorsi) che dice: Senza un obiettivo, l’allenamento non ha scopo.
La crisi finanziaria colpisce un po’ tutti, anche la Nazioni Unite e soprattutto i programmi cosiddetti extra-budgetari, che vivono cioè di contributi “extra” che i paesi membri danno per le emergenze. La risposta della FAO è stata quella di accelerare il processo di decentralizzazione, cioè rafforzare gli uffici nei paesi ed avere una struttura più snella a Roma. Mi stavo offrendo volontario per partire quando mi è stata offerta la possibilità di andare in Indonesia. Il tempo di chiamare la moglie, e in 5 minuti ho accettato. Partenza a breve, l’obiettivo è di essere lì a settembre. Quindi, tornando all’ obiettivo di corsa, la 100 chilometri del Sahara si fa un po’ più difficile: partire da Roma per andare in Tunisia è una cosa, partire da Jakarta per la Tunisia ne è un’altra… Non ho ancora abbandonato del tutto l’idea, ma di certo sarà più difficile.
Chiudo con una bellissima canzone di Mannarino, la storia d’amore tra Giuda e Maddalena, con dio che s’incazza. Mannarino per me è stata una rivelazione. Lo vidi una sera a Parla con me e da allora…



Buone corse!

24 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Se avessi corso + piano non lo avresti trovato al ristorante.
Il tuo perdurante fancazzismo ti permette di essere sempre tonico ed allenato ...ecco perchè non hai bisogno dell'alta velocità.
Okkio che 6 all'indice.

MauroB2R ha detto...

Ma infatti secondo me si è esultato (referendum) credendo di aver fatto un goal ma in realtà si stava solo alleggerendo la difesa..(scusa il paragone calcistico)..
Quella della autoblu è veramente una cosa immonda, almeno, a quanto dicono verranno abolite quelle da 100k euro...
speriamo, speriamo davvero..è con le piccole cose che si costruisce il futuro.

Bruno ha detto...

"Le auto blu
Nuntereggaepiù"

"Non può piovere per sempre"

Karim ha detto...

RB, analisi interessante, ma l'alta velocità e la lunga percorrenza sono il mio sogno ricorrente.
Mauro: seee.... gli toccano le auto blu e tremonti lo buttano fuori dalla finestra! Sarebbe un grande segnale e quindi non succederà!

Karim ha detto...

Bruno: mi sto preparando per le vacanza a Soverato... Magari riusciamo a farci una corsetta insieme in qualche bel posto della Calabria?

theyogi ha detto...

lo dico sempre ai colleghi sonnolenti, che delegare è sbagliato, che bisogna scendere in piazza, prendersi le proprie responsabilità! poi li lascio dormire....

Karim ha detto...

Yo, dico anch'io sempre la stessa cosa, poi mi rimetto a dormire... A volte mi sto proprio sui coglioni!

Bruno ha detto...

7 agosto a Belvedere? ;-)

Bruno ha detto...

PS: in teoria dopo che ti ho approvato il primo commento dovresti essere in grado di commentare senza filtri. Magari se hai tempo e puoi testare mi fai un favore :)

Tosto ha detto...

Non ho seguito molto i telegiornali e le notizie in questo periodo ma non capisco perché in Francia hanno fatto i lavori e qui da non non si sia ancora iniziato! E' evidente che se ti passano sotto casa con una ferrovia non è bello ma se l'interesse collettivo è maggiore di quello del singolo allora è diverso. In fondo questa è un opera a respiro europeo ed è pure finanziata, non è il ponte di Messina. Non capisco!
A me questo governo sta sui coglioni, ma non si può sempre essere contro a prescindere o no?

Karim ha detto...

Bruno, ad agosto sarò già di ritorno a Roma... Non c'è nulla a luglio?

Karim ha detto...

Tostone, non è così semplice... traforo di più di 50 chilometri (possiamo correrci una maratona senza vedere il sole), per un treno per solo trasporto merci, danni ambientali notevolissimi, e strutture vicine che hanno lo stesso scopo sottoutilizzate... anche le FS stanno pensando adesso di puntare sulla TAV low-cost. Chi ci guadagnerà saranno solo le ditte di costruzioni.

Bruno ha detto...

mmm...
asap gironzolo un po' in rete e ti faccio sapere :)

tylerdurden ha detto...

A via appia pignatelli ogni ora o due passano sette otto macchine blu precedute da non so quanti poliziotti o carabinieri sulle moto che smanacciano e fanno grandi gesti e si sentono importanti e potenti come (credono loro) quelli che scortano: personalmente penso che per alcuni di questi è il loro momento di gloria per una vita sostanzialmente mediocre che singolarmente conducono.

La Polisportiva ha detto...

auto blu per il ristorante:-( che tristezza, che vergogna.. ma cambierà! E' solo questione di tempo. Il problema è quanto tempo...:-(
In bocca al lupo per le tuo lavoro avventuroso e le tue corse.

Luca "Ginko" ha detto...

Le auto blu sono solo uno dei tanti buchi neri del nostro paese. Spazzatura, buchi nelle montagne, mala sanità, crisi economica.. meglio andare a correre va..

stefanoSTRONG ha detto...

supersantos è tra i miei dischi dell'anno!!! davvero mannarino si è superato! e complimenti per i tuoi ascolti

Tosto ha detto...

stasera su radio 24 sentivo il presidente del comitato contro la TAV, sinceramente muoveva delle obbiezioni alcune condivisibili altre secondo me più grandi di lui di noi!
la questione a quanto pare è questa: se noi decidiamo di non fare passare la TAV in Italia perdiamo i finanziamenti, potenziale "lavoro" e un potenziale snodo europeo di comunicazione. Nel frattempo i francesi ed i tedeschi si stanno già accordando per farla passare da loro. Non è che perdiamo un occasione? bohhh!

Karim ha detto...

Bruno, ho cercato sul web, non ho trovato nulla, sembra che la calabria non esista nel pianeta podistico!
Maurizio, io aspetto l'occasione di trovarmeli dietro in macchina, col cacchio che mi sposto. Secondo te, mi faranno la multa?

Karim ha detto...

Polis... mah... sto perdendo le speranze. Staccare dall'Italia per qualche anno mi/ci farà del bene. Mi sento un po' codardo, tipo il topo che scappa dalla nave che affonda, ma sono abbastanza contento.
Luca, sono d'accordo, andiamo a correre, anzi facciamoli correre!

Karim ha detto...

Stefano, complimenti a te! Anch'io lo considero il disco dell'anno, che rivelazione! "svegliatevi italiani, brava gente..." .
Tostone, anche lì, come dice il buon travaglio, se l'europa da dei soldi per sparare merda sulla gente, che facciamo, spariamo merda? Sul fatto dei francesi che hanno iniziato i lavori senza problema è vero, ma pare ci sia stato un grosso lavoro al livello delle comunità interessate per mettersi d'accordo con loro e trovare una strada comune, almeno così leggo sui giornali. Il risultati di tutto ciò è che adesso inizieranno i lavori in una zona che dovrà essere militarizzata per chissà quanto tempo, non è una bella cosa. Se inizieranno.

Bruno ha detto...

Purtroppo è vero: la Calabria è bistrattata, e non solo podisticamente parlando.
Se spulci il sito Fidal Calabria, tanto per restare in tema, ti accorgi che molte manifestazioni in calendario sono già state annullate. Il perché posso solo immaginarlo: siamo pochi calabresi amanti della corsa e/o dello sport nel suo significato più puro.
L'unica speranza è che ci sia una qualche manifestazione locale, tipo la Strabelvedere del 7 agosto o la Corri e Cammina di Rossano del primo maggio scorso.
Vedremo prossimamente... (ed ora magari se ne esce Massimo con un calendario bell'e pronto :-D)

Master Runners ha detto...

Sempre viva l'Italia, non chi la governa, nemmeno chi vorrebbe governarla
Si, in effetti non stiamo messi tanto bene :(

theyogi ha detto...

li mortè, sto mannarino spacca! ho rimediato anche il primo disco......