mercoledì 13 aprile 2011

E già, io sono ancora qua...

Questi versi mi frullano per la testa da questa mattina...

La preparazione della macchinetta del caffè la sera prima di andare a letto, il risveglio all’alba, il caffè veloce, la vestizione, l’ascensore, l’aria fresca del mattino: piccoli gesti, sensazioni che mi riavvicinano al mondo della corsa. La settimana scorsa ho fatto qualche uscita cauta per verificare la tenuta del tendine. Oggi, 10 chilometri e rotti a 5’06”/k che ha solo un valore statistico. La settimana scorsa ho fatto tre uscite di 30/35 minuti l’una a passo lento. Ogni giorno mi sveglio con l’incubo di sentire dolore al piede alzandomi dal letto. Non sta succedendo e sono ottimista. Tra dicembre e gennaio, ho scoperto che posso correre veloce e a lungo. A gennaio, ho scoperto che posso farmi male. Riprendo la mia avventura podistica con questo bene in mente, consapevole che i segnali del mio corpo vanno presi sul serio. Se avessi ascoltato con attenzione quello che mi diceva il corpo, forse non sarei stato fermo per due mesi.
Quindi, si riparte, con attenzione, ma si riparte. Il traguardo questa volta l’ho posto molto lontano e si chiama "100 chilometri del Sahara", il mio regalo per i miei 40 anni. Il tempo c’è, la voglia pure e il supporto spirituale di mia moglie pure.

Per il resto, mi guardo intorno e sono depresso: di parlare non ho voglia, perché direi cose già dette. Vorrei indignarmi ma non ci riesco. Un partito al governo dice di mitragliare i tunisini che sbarcano a Lampedusa e io non m’incazzo nemmeno più. Hanno vinto loro.

PS: il lavoro mi ha preso molto tempo ed energiee ho tralasciato un po' il blog. Spero di essere più presente in futuro.

Buone corse!

23 commenti:

Oliver ha detto...

Corsa: sbagliando si impara, anche se non imparano tutti, vedrai che se ricapiterà starai più attento. Ben tornato!
Il resto: a volte lo stomaco si contorce, cerchi sostegno in giro ma nessuno dice niente o, peggio, la pensa uguale... non so, non so.

nino ha detto...

cerca di stare attento e di non avere fretta. il tempo per tornare in forma non ti manca

Master Runners ha detto...

Ma che c'avrà sto deserto de tanto bello?!?!?
:P

GIAN CARLO ha detto...

Ragazzo ...hanno vinto loro perchè non ti incazzi abbastanza ... e non ti incazzi abbastanza perchè corri poco.
Domenica 13km a 5.15 accompagnando YOGI sarebbero perfetti.
Come detto sul sito dei Blogtrotters se vuoi alle 8.20 ti passo a prendere al mercato con la Moto.


@Master, stai messo male sul serio ... se continui così manco le foto al ritorno te facciamo vedè

Karim ha detto...

Oliver, questa è stata una vera lezione. Mi sono fermato troppo tardi ma dopo due mesi posso riprendere. La nostra povera italia invece, continua a farsi male e non vuole fermarsi!
Nino: attenzione e niente fretta ormai è il mio mantra!

Karim ha detto...

Master: ho visto veramente le porte del deserto in un posto chiamato "chinguetti" in Mauritania: la voglia di tuffarmici dentro c'era ma non ho potuto farlo. Forse, finalmente, si avvera un piccolo sogno...

Gianco: mi hai convinto. Stasera o domani m'iscrivo.

GIAN CARLO ha detto...

@Karim, se ti iscrivi mandami una mail entro sabato se vuoi ke ti passo a prendere ...altrimenti ci vediamo la.

katabios ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
theyogi ha detto...

troppo facile, voglio sentirtelo dire tra un annetto circa....

web runner ha detto...

Io m'incazzo ancora. Spero di continuare a correre a incazzarmi. E spero tu ricominci alla grande in entrambi i campi.

insane ha detto...

Non pensarci al piede,pensar troppo a una cosa la fa succedere,niente ansia.. ;)

Tosto ha detto...

se hai la moglie dalla tua la 100km è fatta! per me nulla di più lontano purtroppo :(

Anonimo ha detto...

sei precettato alla cena califfiana a maggio. alle prime 2 hai fatto sega, vedi che poi fa'.
luciano er califfo.

tylerdurden ha detto...

Nella corsa si impara sempre: soprattutto quando pensiamo di aver capito tutto è il momento buono che ci si stucca. Per il governo sono piallato sotto, come 'na bambola (per dirla con le parole di Guzzanti quando imitava Funari).
Io la vedo così (in estrema sintesi): Italia paese ad elevata % di vecchi (mentali) e fobici = successo di programmi demenziali o che fanno leva su fobie= proposizione di tali programmi da chi gestisce le reti ed il potere = successo continuo, nonostante tutto, di questo governo.

Bruno V. ha detto...

Bah, parafrasando Murphy: Se l'Italia pensa di essere arrivato sul fondo, può cominciare a scavare...

Luca "Ginko" ha detto...

Corri anche tu come il mio passo da post infortunato. Mal comune mezzo gaudio che vale solo per la corsa.

Per il resto ci hanno addomesticato per bene...

PS La 100km del sahara per i yuoi 40 anni. Anche io l'anno prossimo ne farò altrettanti punto forse alla Chott più abbordabile come corsa in termini di lunghezza e costi.

Karim ha detto...

Gianco, ero convinto, ma domenica devo partire per la siria (aleppo) e do forfait.
Yogi: te lo ripeterò!

Karim ha detto...

Web: incazzarsi, ma con chi? mi viene in mente Cyrano di Guccini, quando dice levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono gianti. Dove sono i giganti?
Andrea: quando arriverai alla mia età... Non ci penso, ma ci sto attento. Mi sono preso una bella paura e non voglio che ricapiti!

Karim ha detto...

Luciano, io vado in missione dal 12/13 al 17/18 maggio (Botswana), per il resto del mese sono presente!

Karim ha detto...

Tyler: non fa una piega. Come se ne esce, se chi propone i programmi demenziali e basa la sua politica sulle fobie é colui che governa e controlla i media? Siamo messi male.
Bruno: una speranza azzurra ancora c'è!

Karim ha detto...

Tosto: perché, per la moglie? Se vuoi, ci parlo io...
Luca: ho visitato il sito.. che ficata!

Tosto ha detto...

se vuoi ti metto in contatto ma rischi grosso :)

Simone ha detto...

Tu vai sempre fuori e mi lasci a correre con Stanley, che nel frattempo sta facendo egregiamente il suo lavoro di ... trainer, nel sendo che mi traina fino al traguardo facendomi fare buoni tempi (tranne per la maratona :)). Per l'infortunio, vai tranquillo: io l'ho fatto e sono riuscito a fare la mia prima maratona, ed ancora sto sfruttando l'allenamento invernale...