giovedì 7 ottobre 2010

Allenamento più sesso a pagamento alla montagnetta di San Siro

Copio e incollo un articolo apparso oggi sul sito del corriere che ci riguarda direttamente...
(http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_ottobre_7/prostituzione-romene-san-siro-jogging-focarete-1703900967028.shtml)
_____________________
“di quelli che vengono al parco per fare jogging, otto su dieci sono nostri clienti…”
Si chiama jogging-love. I protagonisti? Giovani con la fissa del «sempre in forma» e uomini di mezza età che desiderano asciugare la pancetta. Alla montagnetta di San Siro è un rincorrersi all’interno del polmone verde. Uno, due, tre giri, sgambettando. Poi, quando i battiti cardiaci saltano in gola, qualcuno sparisce. Si infratta. Ma non da solo: ad attenderlo ci sono Marinela, Adalia, Catalina, Georgia. Insomma, per le «lucciole» della zona, tutte romene e giovanissime, questo jogging-love è un vero business. E chi lo pratica, magari dice a casa che la corsetta fa bene al fisico e alla mente. Tra le più gettonate Marinela, 22 anni, di Urseni, non lontano da Timisoara. «Corrono e poi si fermano da me, anche quelli con il pancione». Si concorda sul prezzo e quindi ci si addentra di una decina di metri, dietro a un cespuglio non lontano dalla strada principale. «Noi romene siamo economiche. Con 30 euro fai tutto e nessuno va via scontento. Anzi, ritorna in famiglia a passo veloce».
Marinela ha due grandi occhi azzurri e un lauto decolleté. E’ appena tornata al suo posto di lavoro, dopo una notte trascorsa in questura, insieme con altre 15 connazionali. “…” «Alcuni - continua la giovane - preferiscono fare l’amore nei servizi, dicono che si sentono più sicuri. A me non cambia molto, sono sempre 30 euro».
Walter, 26 anni, felpa e calzoncini, interrompe la discussione. «Viene con me ogni volta che fa jogging, almeno un paio di volte alla settimana. A lui piace, dice che è come fare il defaticamento, lo rilassa». Ma come Walter ce ne sono tanti. Otto su dieci sono maratoneti del sesso. «Corrono e f…, come dicono loro». Dieci clienti al giorno per 30 euro. «Qualcuno di quelli normali ci chiede anche di andare in albergo. Nessun problema: a 10 minuti da qui, con l’auto, andiamo in un alberguccio di via Washington che costa solo 20 euro per un passaggio. Io, però, in hotel prendo 40 euro». E fa i conti ad alta voce: «Io guadagno 300, 400 euro al giorno. Diciamo che al mese metto in tasca 6, 7 mila euro. Mille vanno per la spesa e altre cosucce, 300 per l’affitto della casa che divido con altre tre colleghe romene, il resto lo mando ai miei per farli star bene e per pagare i muratori che mi stanno costruendo una nuova casa. Sarà pronta tra sei mesi: bella, grande, spaziosa, con un immenso giardino. Mia mamma è orgogliosa di sua figlia. Ladra, ma non puttana...».
________________________________________________

Giancà, tu che sei un esperto (di corsa), sai mica dove si potrebbe fare lo stesso a Roma???

19 commenti:

Giuseppe ha detto...

Correre è non rimanere fottuti.
Spero

Anonimo ha detto...

eheheh...
poi dicono "poverine le prostitute, sfruttate dalla società"...
invece se lavori per un padrone a 800 euri al mese non sei sfruttato.
la prostituzione, come il banditismo, è il mezzo spiccio per salire la scala sociale, per diventare padroni.
non capisco perchè difendiamo le prostitute e condanniamo i rapinatori... forse semplicemente perchè sono DONNE.
luciano er califfo.

theyogi ha detto...

qui a ostia sono stati dei precursori: nella pineta di castelfusano succede da sempre......

MFM - bummi ha detto...

Hehe yogi m'ha preceduto... In pineta si vocivera da decenni che succedono certe cose.
Cavoli, come dice un collega mia: "se rinasco donna col cavolo che m'alzo dal letto...". :-)

Karim ha detto...

Ciao Giuseppe, puoi metterla come vuoi, ma se ci pensi bene, è il connubio perfetto... la corsa e il sesso intendo, in rapida successione dato che simultaneamente sarebbe difficoltoso!

Karim ha detto...

Ciao Luciano, bello leggerti! Ci sono svariate situazione ed è impossibile generalizzare. Ci sono quelle/i che effettivamente lo fanno per fare soldi, e ce ne sono tante/i altre/i che lo fanno per dovere e i soldi guadagnati li danno a qualcuno'altro...

Karim ha detto...

Yogi/Marco: vorrà dire che verrò più spesso a ostia... sapete se il servizio sarà disponibile anche domenica durante la maratona del mare? Cosí magari 30 euri me li porto dietro, non si sa mai...

Pimpe ha detto...

ci vogliono gli inviati milanesi a spiegare il tutto.. a voi la palla...! ;-)

Anonimo ha detto...

globalizzazione... equilibri geopolitici... guerra delle valute: perfino le prostitute ormai sono più care in brasile che in italia!
er califfo.

Karim ha detto...

Pimpe ha ragione! Vogliamo testimonianze dirette!

Karim ha detto...

Califfo, non tutta la globalizzazione viene per nuocere!

GIAN CARLO ha detto...

Pensa che mi ero collegato nella speranza che tu(che sei giovane) avessi quelle informazioni

Karim ha detto...

Giancà, ancora no, ma adesso vado in esplorazione a Ostia poi comincerò le investigazionmi anche qua a Roma... Ma probabilmente mi frega il fatto che vado a correre troppo presto, quando le ragazze non hanno ancora attaccato il lavoro..

FabioG ha detto...

Solo voi comunisti pagate per il sesso, cribbio!

Anonimo ha detto...

karim,
adesso dobbiamo solo trovare un modo per rendere meno care le MOGLI.
er califfo.

Karim ha detto...

Fabio... pagare per il sesso ormai è buono e giusto, ce lo ha insegnato l'augusto berlusca!

Karim ha detto...

Califfo, su questo punto rimango pessimista e perplesso. Purtroppo.

Luca "Ginko" ha detto...

Luciano (lucky 73) è della zona magari ci puo' erudire.
Comunque non si chiamano prostitute o puttane ma ESCORT!
Non sembra più "pulita" come parola?

Anonimo ha detto...

oh, mi moje ha preso lo stipendio lunedì, giovedì era già finito!
ma come cazzo fa? che genia!
luciano er califfo.