domenica 21 marzo 2010

Maratona di Roma 2010: e io sono a Bangkok

La mia maratona di roma inizia con la sveglia alle 6, ma invece di dirigermi verso il Colosseo, faccio un giro intorno a Khaosan Road, a Bangkok, e poi mi avventuro verso il palazzo reale e il tempio del budda sdraiato, e tornando indietro m'imbatto nella grande dimostrazione delle magliette rosse, dimostrazione iniziata più di una settimana fa e ancora in corso.
Questi pazzi con la maglietta rossa sono tanti, ben organizzati sulle strade e le piazze intorno alla piazza della democrazia, con palchi e megaschermi, e discorsi di militanti che vanno avanti da giorni senza interruzioni. Manifestano contro il governo, reo di essere un pupazzo nelle mani dei militari. Il premier eletto democraticamente è stato rovesciato da un colpo di stato qualche anno fa ed ora vive in esilio, mentre una corte gli sta sequestrando tutti i beni che avrebbe acquisito illegalmente quando era in carica. Questo premier, un certo Takhsin, è un po' come il nostro premier, un magnate della comunicazione, ricchissimo, molto bravo a vendersi e adorato dai ceti più poveri del paese. I manifestanti accusano il governo attuale di essere un governo pro-ricchi. Li ho chiamati "pazzi" perchè sono stati capaci di farsi prendere il sangue per lanciarlo ai poliziotti e sulla casa dell'attuale premier.
Correndo verso l'albergo, sono passato a vedere la manifestazione ed ero vestito anch'io con una maglietta rossa, ed è stato tutto un "gimme five" e applausi. Mi sono sentito come Mohamed Ali quando s'allenava per le strade di Kinshasa!
Ho seguito su TDS l'evolvere della gara di Gianco e di MFM. Ma i dati si fermano al 35esimo chilometro, e non mi è dato sapere com'è andata a finire. Gianco dovrebbe avercela fatta tranquillamente a stare sotto le 3 ore e 30 (3 ore e 27 la mia stima), mentre Marco stare sotto le 4 ore (3 ore e 58, secondo me). Domani saprò.
Oggi, sfogliando i giornali online, ho letto una dichiarazione abbastanza sconcertante, anche per gli standard ai quali ci ha abituato il nostro presidente. Poi ho visto il video e... non ho parole, non so voi, ma io non ho parole...
Allegria!

7 commenti:

the yogi ha detto...

paese che vai, 'premier' che trovi......

MFM ha detto...

Ciao Karim! Onoratissimo di tanta considerazione, alla fine ho chiuso in 4 ore e 3 minuti.
Speriamo di rivederci presto a Caracalla, mi mancano quei momenti in cui mi svernici correndo all'ora di pranzo. ;-)

Quanto a Bangkok e al mondo che ci racconti, sono curiose (tristemente) certe similitudini tra la nostra società e quella tailandese. Evidentemente il basso livello culturale medio è una costante che ci accomuna con molti popoli.

GIAN CARLO ha detto...

Pure io onoratissimo 3h e 29 con la lingua sul traguardo.
Bangkok spettacolo... domenica mattina potevi andare al mercato galleggiante.

Karim ha detto...

Yogi: verissimo. Sento dire pero', che Tahksin, oltre a farsi gli affari suoi, ha fatto anche per le fasce piu' povere del popolo. Per questo tante "amore" nei suoi confronti...

Karim ha detto...

Marco: mi dispiace, per 3 sporchi minuti! Intanto hai migliorato di 7 minuti, e alla prossima vai sotto le 4 ore tranquillamente!

Karim ha detto...

Gianco: mi sei calato sul finale! Purtroppo, anche domenica, ho passato la giornata in ufficio, altro che mercato gallegiante...

Anonimo ha detto...

E' UNA TECNICA PSICOANALITICA VOLTA A CREARE NELL'INCONSCIO DELLA GENTE UN'ASSOCIAZIONE TRA CANCRO E SINISTRA.
voi pensate che è un pazzo megalomane, mentre dietro di lui ci sono scienziati coi controcojoni.
luciano er califfo.